FLORENCE JEWELLERY WEEK 28 Aprile – 2 Maggio 2022

La settimana fiorentina dedicata all’affascinante microcosmo del gioiello contemporaneo si terrà in primavera, dal 28 aprile al 2 maggio, e si distinguerà quest’anno per il nutrito calendario di eventi in programma, tra cui mostre, conferenze, workshop e dimostrazioni dal vivo, disseminati in diverse sedi del centro della città e dell’Oltrarno, tra spazi istituzionali e gallerie.
Cuore dell’artigianato fiorentino, l’Oltrarno ospita anche la sede di Le Arti Orafe, prestigiosa accademia di oreficeria fondata nel 1985 da Giò Carbone, autore di questa settimana del gioiello, la prima in Italia dal 2015.
L’iniziativa nasce in realtà già nel 2005, in un formato diverso, e conosciuta con il nome di “PREZIOSA”, mostra biennale che nelle sue 7 edizioni ha dato visibilità ai più importanti protagonisti del gioiello contemporaneo, dai “padri” degli anni ’70 del secolo scorso fino ai nostri giorni, offrendo al pubblico chiavi interpretative che aiutassero a cogliere le nuove istanze di questo specifico settore in crescita.
Quest’anno la curatela dell’intera manifestazione è affidata al binomio Giò Carbone e Alice Rendon, che insieme hanno costruito un complesso programma dedicato a raccontare la gioielleria nelle sue diverse declinazioni e applicazioni, contemplando ricerca artistica, artigianato, nuove tecnologie e sostenibilità.
 
Le mostre
L’epicentro dell’evento sarà la mostra principe, per l’appunto PREZIOSA, allestita nella suggestiva cornice della Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi. I nove artisti invitati sono tutte personalità affermate e pluripremiate dello scenario artistico internazionale: Lauren Kalman, Anya Kivarkis, Rein Vollenga, Sam Tho Duong, Jayne Wallace, Kazumi Nagano, Conversation Piece (Beatrice Brovia & Nicolas Cheng), Ana Rajcevic e Barbara Paganin. Uno degli obiettivi principali della FJW2022 è quello di comprendere attraverso il lavoro di questi autori come si stiano ridefinendo gli orizzonti del gioiello contemporaneo, campo che si trova oggi a misurarsi con il progressivo disfacimento di categorizzazioni ormai obsolete, aprendosi alla fusione dei linguaggi espressivi e all’intersezione delle pratiche artistiche.
In mostra non solo gioielli, ma anche sculture indossabili in grado di trasformare nel profondo il loro indossatore, avanzando un concetto di “decorazione” che arriva a ridisegnare i corpi, ibridi e contaminati, riplasmandone estetica e identità. Altro tema cardine è la smaterializzazione dell’oggetto nell’era del digitale, fondata sulla cultura dell’immagine e veicolata dalle nuove tecnologie, capaci anche, per contro, di offrire nuove possibilità di connessione, nella creazione di gioielli dal contenuto multimediale. Questione d’attualità che interessa la produzione contemporanea di ornamenti è la pratica dell’upcycling, ovvero del riciclo creativo, che conferisce nuovo prestigio a materiali di recupero di cui viene rinnovata la destinazione e la cui preziosità è risultato dell’abilità dell’artigiano. Saggezza tecnica e intellettuale si riflettono non solo nel lavoro degli orafi e designer rappresentati nella mostra principe, ma connettono più generalmente le diversi occasioni espositive di tutto l’evento.
 
Vicino Palazzo Medici Riccardi, nelle sale del Palazzo del Pegaso, verrà esposta una cospicua selezione della più vasta collezione privata di gioielli contemporanei esistente, quella appartenente alla coppia austriaca Karl e Heidi Bollmann, che per l’occasione metterà a disposizione diversi pezzi realizzati da alcuni dei maggiori protagonisti della “New Jewelry”: Manfred Bischoff, Peter Chang, Yasuki Hiramatsu, Fritz Maierhofer, Bruno Martinazzi, Francesco Pavan, Ruudt Peters, Gerd Rothmann, Peter Skubic. Nell’ultima sala di Palazzo del Pegaso, l’ospite d’eccellenza di FJW 2022, ovvero lo straordinario copricapo del maestro Giovanni Corvaja, intessuto nel più nobile dei metalli e facente parte della prestigiosa serie del Vello d’Oro.
Sul Lungarno Guicciardini, nell’elegantissima Galleria del Palazzo Coveri, saranno ospitati i lavori dei giovani artisti vincitori del concorso internazionale PREZIOSA YOUNG, immaginato da LAO allo scopo di promuovere i nuovi talenti del gioiello di ricerca.
La sezione PREZIOSA MAKERS, allestita dal 28 aprile al primo maggio nelle antiche Scuderie di Palazzo Corsini al Prato e organizzata in collaborazione con ARTIGIANATO E PALAZZO, offrirà per la prima volta uno spazio destinato alla vendita per designer e orafi che si candideranno entro i termini previsti, presentando gioielli che dovranno distinguersi per innovazione e originalità.
ITINERARIO DEL GIOIELLO A 5 STELLE. Otto dei più prestigiosi hotel 5 stelle di Firenze ospiteranno pezzi di alcuni degli artisti protagonisti delle mostre principali dell’evento, ovvero PREZIOSA, PREZIOSA YOUNG, Collezione Bollmann: Dimora Palanca, Lungarno, Regency, Savoy, The Place, The Westin Excelsior, Villa Cora, Ville sull’Arno
 
Gli eventi collaterali
La mostra di SEGNI SUL VOLTO, seminario/workshop condotto da Carla Riccoboni e coordinato da Alice Rendon, sostenuto da LAO e con il patrocinio di associazioni di rilievo – AGC, ADI Toscana e ANPIA – si terrà alla Fondazione Bardi, Via Michelozzi, 2. L’esposizione ripercorrerà le tappe fondamentali di un’esperienza di progettazione collettiva che ha portato alla creazione di una piccola serie di gioielli da viso, frutto dello sforzo condiviso del gruppo di partecipanti.
Nella Limonaia di Palazzo Medici Riccardi, CNA Firenze, partner dell’evento, curerà la mostra “C’è modo e Moda. Firenze è un gioiello”, dedicata a maestri orafi dell’area fiorentina selezionati da una giuria di alto livello.
Nei locali della scuola LAO in Via dei Serragli 104, a fianco ai lavori dei docenti e degli studenti LAO, verrà allestita una vetrina destinata a documentare la pratica accademica della RICERCA ATTRAVERSO IL GIOIELLO – RESEARCH THROUGH JEWELLERY, raccontata attraverso i progetti più interessanti di alcuni dei dottorandi di RJC Lab for Research Jewellery and Craft, seguiti da Roberta Bernabei, professoressa alla School of Design and Creative Arts, Loughborough University.
Dal 23 aprile al 1 maggio LAO e FJW sono presenti al MIDA nel prestigioso spazio della Polveriera. La parte centrale dell’allestimento accoglierà una selezione di gioielli contemporanei della collezione LAO e dei gioielli degli studenti. Un calendario fitto di appuntamenti con i maestri orafi e gli studenti che eseguiranno dal vivo lavorazioni di incassatura, incisione, smalto, modellazione cere, CAD e disegno del gioiello.
Boutique Fratelli Piccini. Vetrine a tema con la presentazione della collezione “BLOOM”, dedicata alla rinascita.
Visite aperte alla boutique e al laboratorio. Prenotazioni allo 055 294768.
Il 29 alle ore 17.00 incontro con il direttore creativo Elisa Tozzi Piccini, che mostrerà agli ospiti alcuni gioielli di particolare interesse artistico e artigianale, oltre alla collezione Bloom.Seguirà un brindisi per festeggiare questa occasione di incontro.
Firenze Artigianale Insolita. Un tour tra le eccellenze artigiane fiorentine Ogni visita durerà circa 20 minuti; durante questo tempo ogni artigiano mostrerà le proprie opere per spiegare a tutti le particolari tecniche che utilizza. L’itinerario si concluderà su una delle più belle terrazze panoramiche di Firenze. Le eccellenze sono: Dini Caffè srl (torrefazione artigianale del caffè), Moleria Locchi srl (lavorazione artigianale del vetro e del cristallo), Julia Markert (cornici-dorature-restauro di antiche collezioni di cornici italiane), Pestelli Creazioni (oreficeria), Le pietre nell’Arte di Scalpelli Renzo e C. snc (lavorazione pietre dure), Penko Bottega Orafa (oreficeria), Hotel Medici.
Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)
Le conferenze
Nelle giornate centrali dell’evento, il 30 aprile e il primo maggio, all’interno della Foresteria Valdese di Firenze in Via dei Serragli 49 si susseguiranno una serie di interventi tenuti da esperti del gioiello, del design e delle arti visive, ovvero Roberta Bernabei, Maria Laura La Mantia, Paola Stroppiana, Federica Fontana, Carla Riccoboni, Barbara Schmidt, Nantia Koulidou, e da alcuni degli artisti invitati: Conversation Piece, Lauren Kalman, Ana Rajcevic, Anya Kivarkis e Jayne Wallace. Questo ciclo di conferenze sarà occasione per approfondire i temi presi in esame e per raccontare alcuni dei progetti in mostra, nonché offrire a un vasto pubblico l’occasione di avvicinarsi e conoscere una complessa realtà in espansione.
Prenota le conferenze qui www.preziosa.org/lectures2022/
 
Scopri di più su FJW2022 su www.preziosa.org.

SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF

Ana Rajcevic, ANIMAL : The Other Side of Evolution, 2012 Body-sculpture, Wax, acrylic resin 200 x 170 x 60 mm

Giovanni Corvaja, The Golden Fleece 2008/2009, Headpiece 18K gold, 22K gold
5,123,000 single wires (total: 160 km of wire)

Lauren Kalman Fluorish, 2021 Wearable object Gold-plated copper and brass, 300x250x250

Bollmann Collection, Francesco Pavan brooch Different gold alloys 65x65x10 mm

Xinia Guan Flatland V, Brooch Sterling silver, 18k gold stainless steel 70x52x12mm

Sam Tho Duong, lemitcA Necklace 2012 plastic yogurt containers, mixed stones, onyx, Variable dimensions

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Social network

Le Arti Orafe Jewellery School

Ultimi articoli

Articoli correlati

PREZIOSA YOUNG 2020 – WINNERS

PREZIOSA YOUNG 2020 ….. and the winners are……….   Elwy Schutten, from Netherlands Chia-Hsien Lin, from Taiwan Zihan Yang, from China Marie Masson, from