FJW 2022 report

Si è conclusa da pochi giorni e con grande successo di pubblico la quarta edizione di Florence Jewellery Week, la settimana fiorentina interamente dedicata al mondo del gioiello che questo anno ha avuto una testimonial d’eccezione: l’attrice Serra Yilmaz, grande appassionata e collezionista di gioielli contemporanei, ha indossato con una personalissima interpretazione alcune delle opere degli artisti protagonisti delle mostre.
Dal 28 aprile al 2 maggio, Firenze è stata la capitale europea del gioiello, con un nutrito calendario di eventi, tra mostre, conferenze, workshop e dimostrazioni dal vivo – con  protagonisti artigiani, designer, artisti, studiosi e ricercatori nei campi del design e nelle arti visive – che ha permesso di comprendere come si stiano ampliando e ridefinendo gli orizzonti del gioiello contemporaneo, in una prospettiva olistica  e multidisciplinare.
Curata dal binomio Giò Carbone e Alice Rendon, questa quarta edizione della Florence Jewellery Week si è concentrata in particolare sull’interazione tra ricerca artistica, artigianato, nuove tecnologie e riciclo nel vasto campo della decorazione del corpo. Molteplici le mostre che si sono tenute nei diversi luoghi della città, con artisti affermati del panorama internazionale ma anche giovani promesse, artigiani orafi che hanno esposto nelle Scuderie di Palazzo Corsini e proposto al pubblico le loro creazioni, studenti e docenti della scuola LAO che hanno tenuto delle dimostrazioni dal vivo alla Polveriera della Fortezza da Basso in occasione di MIDA. Otto tra i più belli alberghi della città hanno esposto nelle loro hall e salotti alcuni pezzi provenienti dalle mostre principali, in un inedito Itinerario del gioiello a Cinque Stelle.
Questo e molto altro alla settimana del gioiello contemporaneo, nata nel 2015, la prima  tra tutte le settimane del gioiello italiane e una delle prime a livello europeo.
La FJW, a cadenza biennale, è un progetto ideato coordinato e sostenuto dalla prestigiosa scuola fiorentina Le Arti Orafe.  Nata nel 1985 dall’iniziativa di Giò Carbone, LAO ha sempre promosso la cultura del gioiello nella sua espressione più completa, promuovendo eventi, mostre, incontri sui temi legati al mondo della creazione orafa, all’artigianato, al design, alla ricerca artistica. Già nel 2000 la scuola aveva aperto una galleria dedicata al gioiello, e al 2005 risale la prima mostra PREZIOSA Contemporary Jewellery, prima grande e unica rassegna annuale dedicata alla diffusione e alla promozione del gioiello contemporaneo.

Firenze 10 maggio 2022_
La FJW è ormai un appuntamento culturale imperdibile, un’occasione di incontro a tutto tondo sul complesso mondo della creazione orafa, dalle esplorazioni artistiche contemporanee al design, ma con un occhio e una attenzione particolare dedicata all’artigianato orafo.
Attraverso le opere degli artisti di PREZIOSA, evento cardine della manifestazione (Jayne Wallace, Kazumi Nagano, Conversation Piece, Ana Rajcevic, Barbara Paganin, Rein Vollenga, Sam Tho Duong, Lauren Kalman, Anya Kivarkis), è stata data voce alle tematiche chiave su cui si è basato il concept dell’evento, discusse poi in occasione delle due giornate dedicate alle conferenze.
La mostra PREZIOSA YOUNG, occasione espositiva dei vincitori dell’omonima competizione organizzata da LAO per gli emergenti del gioiello contemporaneo, ha visto Firenze come prima tappa del suo tour, ospitata dall’elegantissima Galleria del Palazzo Coveri. La mostra con gli oggetti dei cinesi Xinia Guan e Zhipeng Wang, della danese Anne Lahn Hornbæk Hansen, della tailandese Pilynn Siriphanich, della belga Charlotte Vanhoubroeck, proseguirà il suo viaggio facendo tappa in Olanda nella Galerie Door,  a Barcellona, nell’Hannah Gallery di KLIMT02, e successivamente a Padova, in collaborazione con il Comune di quella città.
Charlotte Vanhoubroeck, una delle artiste selezionate, si è aggiudicata il premio speciale del concorso PREZIOSA YOUNG: la residenza artistica di tre mesi, ospite di LAO, durante la quale si impegnerà a creare una nuova collezione di gioielli e terrà un seminario per gli studenti della scuola.
Novità di questa edizione sono state PREZIOSA MAKERS, progetto nato dalla collaborazione tra LAO e ARTIGIANATO & PALAZZO, una vetrina per artigiani e designer selezionati da un comitato scientifico che hanno goduto dell’opportunità di esporre e vendere le proprie collezioni durante i giorni della manifestazione, e l'”ITINERARIO DEL GIOIELLO A 5 STELLE”, in cui otto dei più prestigiosi hotel della città (Dimora Palanca, Lungarno, Regency, Savoy, The Place, The Westin Excelsior, Villa Cora e Ville sull’Arno) hanno ospitato nelle lobby e nei salotti alcune delle opere degli artisti protagonisti delle mostre principali della FJW.

Grazie alla collaborazione con Firenze Fiera, LAO ha partecipato a MIDA, la Mostra Internazionale dell’Artigianato. La scuola ha allestito l’intero padiglione Polveriera come un grande atelier/laboratorio, nel quale il pubblico ha potuto assistere alle dimostrazioni di lavoro al banco e disegno tenute dagli studenti e dai docenti di LAO e conoscere più da vicino l’offerta formativa della scuola. Sono state presentate oggetti realizzati dagli studenti delle diverse specializzazioni, dai corsi di oreficeria, al CAD, all’incisione, all’incassatura, agli smalti.
A proposito delle attività formative di LAO e dell’ampio spettro di collaborazioni messe in campo, da ricordare quella molto speciale con The Place Firenze: la nascita del primo progetto sostenuto da TPOW – The Place of Wonders, per l’assegnazione di tre borse di studio per altrettanti studenti residenti in Toscana. Il bando è reperibile sul sito della scuola, www.artiorafe.it

Uno dei momenti più qualificanti e caratterizzanti di FJW sono le giornate dedicate alle conferenze e ai dibattiti. Il ciclo di letture è stato inaugurato da  Barbara Schmidt, con i suoi studi su cosa si intenda e cosa ci si aspetti, etimologicamente, dalla parola “gioiello”. I preconcetti e pregiudizi storici e sociali che più in generale riguardano il mondo del ‘decorativo’ sono stati commentati da Lauren Kalman. Parlando di scenari presenti e futuri della ricerca artistica, si è discusso di postumano e della sua influenza sulle poetiche dell’arte contemporanea (Ana Rajcevic, Federica Fontana).
Jayne Wallace, Nantia Koulidou, Annamaria Zanella & Renzo Pasquale, hanno commentato le prospettive liriche e di connessione incoraggiate dalle nuove tecnologie
Della relazione tra gioiello e device e della ‘materialità’ del digitale, ma anche di sostenibilità nella riconsiderazione critica dei metodi estrattivi nel campo minerario ci ha parlato il duo artistico Conversation Piece.
Altro tema è stato quello della ‘rappresentazione’ del gioiello, come gesto di conoscenza e documentazione (Anya Kivarkis) in una cultura contemporanea fondata sull’immagine, mentre delle conseguenze del distanziamento sociale e della comunicazione via web ai tempi della pandemia nel settore dell’arte ci ha parlato Maria Laura La Mantia.
La docente universitaria Roberta Bernabei ha introdotto una pratica di studio ancora poco riconosciuta in Italia, attraverso l’analisi del lavoro di alcuni dottorandi di università inglesi in mostra presso la libreria di LAO.
La presentazione di Paola Stroppiana è stata occasione per recuperare l’imprescindibile contributo dei pionieri del gioiello d’arte attraverso il prestito della Collezione Bollmann, esposta presso le sale “Carlo Azeglio Ciampi” di Palazzo del Pegaso, sede del Consiglio Regionale della Toscana, insieme al celebre colbacco interamente intessuto d’oro del maestro orafo Giovanni Corvaja.
Il ciclo di interventi si è concluso con la presentazione del progetto SEGNI SUL VOLTO, ideato e condotto da Carla Riccoboni e coordinato da Alice Rendon, i cui risultati erano in mostra all’Istituto dei Bardi in Piazza Santo Spirito. Una occasione per riflettere ancora una volta sul valore identitario dell’ornamento, grazie all’intervento dei relatori Alessandra Menegotto, Roberta Bernabei, Francesco Bravin, Maria Laura La Mantia, Chiara Scarpitti, che hanno commentato i risultati del lavoro dei partecipanti coinvolti nell’iniziativa: Annarita Bianco, Claudia Zanella, Gisella Ciullo, Giulia Morellini, Bai Tongqiang, Letizia Maggio, Cristian Visentin, Simona Materi, Micol Ferrara, Silvia Sandini e Barbara Uderzo.

Tra gli eventi organizzati dai partner di FJW, è stata molto apprezzata la mostra “C’è modo e moda. Firenze è un gioiello” organizzata da CNA dell’area fiorentina. L’esposizione è stata un omaggio all’arte orafa fiorentina e toscana, sul tema “Recupero della memoria con uno sguardo al futuro”.
L’atelier fratelli Piccini su Ponte Vecchio ha presentato la collezione “BLOOM”,  e ha accolto nel negozio e nel bellissimo laboratorio affacciato sull’Arno i visitatori di FJW, accompagnati dalla direttrice artistica Elisa Tozzi Piccini, che ha aperto le sue vetrine per raccontare attraverso oggetti fantastici la storia dell’azienda.
Organizzata da Confartigianato Firenze, “Firenze artigiana insolita” ha disegnato per le vie della città un itinerario di visite di alcune realtà locali di alto artigianato, come Dini Caffè srl, Moleria Locchi srl, Julia Market, Pestelli Creazioni, Le pietre nell’Arte di Scalpelli Renzo e C. snc, Penko Bottega Orafa, Hotel Medici.

Enti promotori
LAO – Le Arti Orafe, Consiglio Regionale della Toscana, CNA Firenze Metropolitana, Firenze Fiera, ARTIGIANATO E PALAZZO
Patrocini
Ministero della Cultura, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Ganjam Nagappa & Son, Bangalore, India. Die Neue Sammlung, The Design Museum / Pinakothek der Moderne Munich
Partner
Dimora Palanca, Hotel Lungarno, Hotel Regency Firenze, Hotel Savoy, The Place Firenze, The Westin Excelsior, Hotel Villa Cora, Hotel Ville sull’Arno, Galleria del Palazzo, Inorgenta Fair Munich, Monaco di Baviera, Confartigianato Firenze, OMA, Osservatorio dei Mestieri d’Arte, Firenze, Fondazione Artigianelli, Associazione per Boboli, Istituto De’ Bardi, Firenze, Cullai Design. Wuhan, Cina, MODA Shanghai (Cina)
Media Partner
PREZIOSA Magazine Italia, KLIMT02 Barcellona, GZ – Goldschmiede Zeitung, EXIBART, Celebre Magazine World, Monaco Woman Magazine, Rinascimento Magazine, Journal des Bijoux, Lost in Jewellery Magazine, Firenze Spettacolo, FUL Firenze Urban Lifestyle, EuropeanLife Media, TA-DAAN

Press contact: Studio Ester Di Leo | 055 223907 – 348 3366205 | ufficiostampa@studioesterdileo.it

 

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Social network

Le Arti Orafe Jewellery School

Ultimi articoli

Articoli correlati

Inaugurazione 32° anno accademico

Lunedi 9 ottobre abbiamo inaugurato il nostro 32° anno accademico. È stata l’occasione per salutare gli studenti che iniziano il loro secondo o terzo anno dopo

CORSI INTENSIVI E SEMINARI 2015

Luglio-Settembre 2015. I corsi intensivi sono tenuti dai docenti della scuola o da docenti invitati. Si tratta di corsi dai contenuti preminentemente tecnici, sono

JEWELLERY MAKING ADVANCED COURSE

Zhang Tianyi presentation – Jewellery Making advanced course 2016-2017     “I majored in graphic design in university but I like more creating with

Corsi Flash

Sono corsi brevissimi, da 1 a 5 giorni di durata. I contenuti sono di natura tecnico/pratica e prevedono una fase di dimostrazione da parte dell’istruttore e una fase di esercitazione degli studenti. Tutti i corsi flash sono impartiti da docenti e istruttori di LAO.

Corsi Flash di CAD. Docente: Jasmina Carbone
Titolo/ContenutiCodiceDurataDateRetta (IVA incl.)Requisiti di ammissioneIscrizione
Introduzione a Rhino3D per l’oreficeria.
Corso online.
CAD.WE116 ore 8 lezioniIl corso inizierà al raggiungimento di 5 partecipanti€ 400Iscriviti
Introduzione a Rhino3D per l’oreficeria.
Corso serale o diurno
CAD.SE116 ore 8 lezioniIl corso inizierà al raggiungimento di 5 partecipanti€ 400Iscriviti
Corsi Flash di ZBrush. Docente Anna Lia Cimini
Titolo/ContenutiCodiceDurataDateData limite per l’iscrizioneRetta (IVA incl.)Requisiti di ammissioneIscrizione
Modellazione 3d con ZBrushZBR.WE24 ore 6 giorni
3,4,10,11,17,18 maggio15 aprile€ 800Conoscenza di base di oreficeria o design del gioiello; uso del PC
Iscriviti
Corsi Flash di DISEGNO DEL GIOIELLO. Docente Sofia Garuti* - Giulio Vinci
Titolo/ContenutiCodiceDurataDateData limite per l’iscrizioneRetta (IVA incl.)Requisiti di ammissioneIscrizione
Schizzi e rendering a pennaRE.215 ore 5 giorni1 - 5 luglio30 giugno€ 400Iscriviti
Rendering a manoRE.315 ore 5 giorni8 - 12 luglio30 giugno€ 400Iscriviti
Rendering digitaleRE.415 ore 5 giorni15 - 19 luglio30 giugno€ 400Iscriviti
Colorazione del diamante*RE.112 ore 3 giorniIl corso inizierà al raggiungimento di 5 partecipanti€ 300Iscriviti
Corsi Flash di INCASSATURA. Istruttore Francesco Pinzauti
Titolo/ContenutiCodiceDurataDateData limite per l’iscrizioneRetta (IVA incl.)Requisiti di ammissioneIscrizione
Incassatura su griffe (Solitario o trilogy)INPR1.F12 ore 2 giorni16 e 17 settembre31 agosto€ 300Iscriviti
Incassatura su castoniINBS.F12 ore 2 giorni18 e 19 settembre31 agosto€ 300Iscriviti
Incassatura a sguscioINSG.F8 ore 1 giorno20 settembre31 agosto€ 200Conoscenze base delle tecniche di incassaturaIscriviti
Incassatura binarioINBI.F8 ore 1 giorno23 settembre31 agosto€ 200Conoscenze base delle tecniche di incassaturaIscriviti
Incassatura sgriffatoINSGR.F8 ore 1 giorno24 settembre31 agosto€ 200Conoscenze base delle tecniche di incassaturaIscriviti
Corsi Flash di INCISIONE SU GIOIELLO. Istruttori Victoria Efremova*/Filippo Vinattieri
Titolo/ContenutiCodiceDurataDateData limite per l’iscrizioneRetta (IVA incl.)Requisiti di ammissioneIscrizione
Introduzione all’incisione sul gioielloENJF.112 ore 2 giorni18 e 19 settembre31 agosto€ 300Iscriviti
Fondo, granito e seta sul gioielloENJF.28 ore 1 giorno20 settembre31 agosto€ 200ENJF.1 o equivalenteIscriviti
Scrittura corsiva su metallo*ENJF.318 ore 3 giorni23, 24 e 25 settembre31 agosto€ 450ENJF.1 o equivalenteIscriviti
Segnatura*EN.112 ore 2 giorniIl corso inizierà al raggiungimento di 5 partecipanti€ 300Iscriviti
Texture Incisa*EN.224 ore 4 giorniIl corso inizierà al raggiungimento di 5 partecipanti€ 600Iscriviti
Corsi Flash di SMALTI. Istruttore Barbara Minor*/Jennifer Wells**/Sachiko Chino
Titolo/ContenutiCodiceDurataDateData limite per l’iscrizioneRetta (IVA incl.)Iscrizione
Smalti trasparenti con pellicole smaltate argento e oro su rame*SMAF.18 ore 2 giorni9-10 maggio20 aprile€ 400Iscriviti
Smalto liquido**SMAF.218 ore 3 giorni9,10 e 11 settembre31 luglio€ 600Iscriviti
Smalti a fuoco
Smalto a umido, smalto a secco, Champlevè
SMA.WE8 ore 2 giorni19 e 20 settembre31 agosto€ 250Iscriviti
Corsi Flash di INFILATURA DELLE PERLE. Docente Maria Laura La Mantia
Titolo/ContenutiCodiceDurataDateData limite per l’iscrizioneRetta (IVA incl.)Requisiti di ammissioneIscrizione
Infilatura delle perlePEARL16 ore 2 giorni9-10 settembre15 agosto€ 500Iscriviti
Note Corsi FLASH***

CAD.WE1 Introduzione a Rhino3D per l’oreficeria. Corso Online

Creazione di anelli e ciondoli dalle forme non complesse attraverso l’uso dei seguenti comandi: creazione di curve e loro  modifiche, sposta, ruota, scala, copia, suddividi, sweep a 1 binario, punti di controllo. 

CAD.SE1 Introduzione a Rhino3D per l’oreficeria. Corso serale o diurno. 

Creazione di anelli e ciondoli dalle forme non complesse attraverso l’uso dei seguenti comandi: creazione di curve e loro  modifiche, sposta, ruota, scala, copia, suddividi, sweep a 1 binario, punti di controllo. 

ZBR.WE Modellazione 3D con ZBrush 

Primo approccio alla modellazione scultorea tramite ZBrush, programma di grafica computerizzata che combina modellazione,  texturizzazione e painting in 3D e 2,5D. ZBrush usa una tecnologia che immagazzina informazioni su illuminazione, colore, materia le e intensità di tutti gli oggetti visualizzati. In questo corso introduttivo aperto a tutti lo studente sarà guidato alla realizzazione di un  modulo con cui costruirà un anello ed un bracciale. 

RE.1 Colorazione del diamante  

Colorazione con l’acquerello di diamanti taglio brillante.  

RE.2 Schizzi e rendering a penna 

L’obiettivo del workshop è di dare allo studente gli strumenti per realizzare disegni di gioielli monocromatici attraverso  tecniche veloci di chiaroscuro che diano un impatto visivo immediato. 

Vengono applicate le tecniche di rappresentazione veloci con l’uso delle penne ad inchiostro. Partendo dalle diverse tecniche di rap presentazione di superfici piane, curve, cilindriche e coniche si passa al disegno di gioielli con pietre preziose faccettate, pavé, perle  ed altri materiali. 

RE.3 Rendering con pennarelli e matite acquerellabili  

L’obiettivo del workshop è di fornire allo studente gli strumenti per realizzare dei rendering di gioielli attraverso l’utilizzo di tecniche di  rappresentazione veloci ma di forte impatto visivo. Vengono utilizzate le tecniche di rappresentazione con l’uso di pennarelli ad al cool e ad acqua e delle matite acquerellabili. Partendo dalle diverse tecniche di rappresentazione delle superfici piane, curve, cilindri che e coniche, sia lucide che satinate, di metalli preziosi. In seguito, si passa al disegno di pietre preziose: cabochon e faccettate,  pietre dure, perle, coralli ed altri materiali.  

RE.4 Rendering digitale con Photoshop, Illustrator e Procreate  

L’obiettivo del workshop è di fornire allo studente gli strumenti per realizzare dei rendering attraverso l’uso del digital painting, altamen te veloce, dinamico ed espressivo. Sono illustrate ed utilizzate le tecniche di rappresentazione digitali per mezzo dei software Adobe  Photoshop e Illustrator e dell’applicazione Procreate. Come di consueto si parte dalle tecniche di rappresentazione delle superfici  piane, curve, cilindriche e coniche dei metalli, sia lucide che opache/satinate. Si passa in seguito alla rappresentazione digitale di  pietre preziose: cabochon e faccettate, pietre dure, perle, coralli, carré e pavé di brillanti. Vengono evidenziati i vantaggi del rendering  digitale e la possibilità di modificare il disegno ed adattarlo a esigenze diverse in brevissimo tempo. 

EN.1 Segnatura  

Introduzione alla tecnica della segnatura con bulino su lastra piana. Tracciare, delineare su una lastra di metallo disegni e forme  geometriche. La segnatura è la base per l’apprendimento di tecniche più avanzate di incisione a bulino. 

EN.2 Texture incisa  

Il corso ha come obiettivo l’insegnamento del disegno e dell’incisione a bulino col fine di realizzare texture e pattern differenti.  Partendo da elementi grafici di base, come semplici linee, si vedrà come realizzare motivi anche più complessi, fino ad arrivare ad ornati e composizioni astratte. Sarà anche dimostrato come realizzare imitazioni di superfici naturali, studiando le strutture per  creare effetti come corteccia o legno, livree di pelli animali, o le superfici delle pietre. 

ENJF.1 Introduzione all’incisione sul gioiello 

Appresa la tecnica di preparazione del bulino e dopo aver preso dimestichezza con gli strumenti, si inizierà ad incidere alla stecca su  lastre di rame e anelli in argento.  

ENJF.2 Fondo, granito e seta sul gioiello 

Incisioni su una foglia in argento, uso di fondi, granito, seta, incisione di venature per far risaltare l’effetto naturale.  Il granito serve a realizzare uno sfondo omogeneo che crea un contrasto con le successive incisioni lucide, esaltandole.  

ENJF.3 Corsivo sul metallo  

L’obiettivo del corso è di apprendere come incidere nomi o altri termini in corsivo inglese su lastre piane. 

Il corso è utile sia per orafi che per incisori. Può servire per firmare i propri lavori utilizzando una lastra in metallo, “scrivere” con il  bulino i nomi, le iniziali e le date, eccetera: con questa tecnica si possono personalizzare diversi tipi di gioielli. 

INPR1.F Incassatura su griffe (solitario o trilogy) 

L’incassatura a griffe è la più utilizzata per gli anelli solitari e trilogy ed è in grado di valorizzare la bellezza della pietra.  I partecipanti impareranno ad incassare le pietre tonde taglio brillante su anelli e altri semilavorati in argento. 

INBS.F Incassatura su castoni di diversa forma 

La pietra è incassata nella sede preparata in precedenza (castone). Il collare di metallo è ribadito sulla pietra per mezzo di un  cesello o di un martellatore. Per le esercitazioni saranno utilizzati semilavorati con castoni di varie forme e si imparerà a posizionare le  pietre faccettate di diverso taglio (rotonde, taglio carré o princesse) e pietre tonde taglio cabochon. 

INSG.F Incassatura a sguscio 

La tecnica dell’incassatura a sguscio, nella quale le pietre non sono per niente coperte dal metallo, fa apparire le pietre più grandi di  quanto sono in realtà. Questo tipo di incassatura è particolarmente adatto per pietre rotonde e di piccole dimensioni, e viene spesso  utilizzata per “punti luce” e nei braccialetti tennis. Durante il corso saranno eseguite esercitazioni su lastre e semilavorati in argento o bronzo. 

INBI.F Incassatura su binario 

L’incassatura a binario è una delle più diffuse: questo tipo di montatura conferisce bellezza alle pietre, disposte in fila una accanto  all’altra. È un tipo di incassatura adatta a pietre non grandi e di solito tutte della stessa dimensione. I tagli più usati per questa incas satura sono il carré e la baguette, ma ottimi risultati si ottengono anche con pietre tonde. 

INSGR.F Incassatura sgriffato 

Questa tecnica in parte richiama l’incassatura a griffe, ma l’utilizzo di frese particolari e bulini la rendono assai diversa nella realizza zione e adatta a oggetti da produrre in serie o semplicemente su oggetti unici. L’incassatore ricava le piccole griffe tagliando il metallo  di base e modellando i blocchetti di metallo come guida.

SMAF.1 Smalti trasparenti con pellicole smaltate argento e oro su rame*  

Durante il corso sarà illustrato come ottenere colori chiari e belli direttamente sul rame utilizzando smalti trasparenti in polvere  setacciata in combinazione con lamine d’argento e d’oro, su rame piatto o leggermente formato. I partecipanti esploreranno i metodi  utilizzati per aumentare la profondità, la complessità, i dettagli e la massima trasparenza, acquisendo al contempo informazioni e  competenze essenziali per una smaltatura trasparente e per ottenere un’ampia gamma di colori. 

SMAF.2 Smalto liquido  

Gli studenti saranno guidati a iniziare le tecniche di stratificazione e i metodi di applicazione associati agli smalti liquidi. Nel processo  di smaltatura e cottura saranno incorporati materiali alternativi. Gli smalti saranno cotti in forno o con fiamma diretta, che offre mag giori variazioni alla superficie dello smalto. Esplorando le possibilità gli studenti dovranno presentare una raccolta della loro ricerca  come dimostrazione attraverso diversi pezzi con un’adeguata documentazione dei loro processi. Agli studenti più esperti sarà chiesto  di sviluppare un processo in un pezzo completo che può essere indossabile o scultoreo. 

SMA.WE Smalti a fuoco, smalto a umido, smalto a secco, Champlevé  

Il corso mira a fornire agli studenti la conoscenza delle principali tecniche di smalto a fuoco applicate al metallo, in particolare sugli  oggetti di gioielleria. Il programma include lezioni pratiche ed esercitazioni che coprono le tecniche di smalto a secco, smalto umido e champlevé 

PEARL Infilatura delle perle 

Il corso consiste nella creazione di una collana di perle dall’inizio fino alla chiusura. I partecipanti impareranno la base  fondamentale dell’infilatura e ad utilizzare i materiali necessari per quest’arte. Il corso è rivolto a coloro che per necessità creative,  commerciali ed hobbistiche vogliono imparare questa tecnica.